SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Diego Cammarata, il diversamente sindaco

Pubblicato il 07/01/2010
Parole chiave: , ,
Pubblicato in Palermo spa, Servizi ai cittadini | 3 Commenti »

“Io sindaco assente? E’ una leggenda metropolitana”. Parole di Diego Cammarata. Sì, proprio lui. Lo stesso sindaco che non partecipa agli eventi istituzionali (regolarmente sostituito dai vari vicesindaci che si alternano in Giunta). Lo stesso sindaco che negli ultimi  sei mesi ha superato la soglia di palazzo delle Aquile appena un paio di volte (un po’ poco per un primo cittadino). Lo stesso sindaco che sembra sempre più “scollato” dai sentimenti di una città dove l’anarchia sembra regnare sovrana. “Io amo essere presente – ha continuato Cammarata - dove occorre essere presenti”. Belle parole . Ma dove è stato quello che dovrebbe essere il comanante in capo della città in tutti questi mesi?  E poi l’ultima dichiarazione: ”Abbiamo avuto un incidente di percorso pesante, che è stato quello dell’Amia. Da ottobre la società non ha avuto più perdite e questo è stato possibile solo grazie alla mia presenza costante nell’azienda”. Ora, per noi del Movimento Palermo per Palermo, definire in modo spudoratamente limitante “incidente di percorso” il simbolo del disastro della città, è a dir poco offensivo per l’intelligenza di noi cittadini. Cammarata parla poi di “risanamento e presenza costante nell’Amia”. Ci dispiace ripeterlo, ancora una volta: ma l’unica presenza costante degli ultimi sei mesi in città ha la forma e l’odore della più putrida delle immondizie. A suo modo, la politica è anche immondizia. E questa non è una leggenda metropolitana.

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. “Ti saluto Palermo!”. In 15 mila abbandonano la città
  2. Olimpiadi a Palermo: i punti di vista

3 commenti a “Diego Cammarata, il diversamente sindaco”

  1. Roberto Puleo ha scritto:
    il 07/01/2010 alle 21:15

    Cammarata non è assente, non è più il Sindaco di Palermo nei fatti, è stato commissariato con Scoma, con il giochetto degli spostamenti.
    Il vice-Sindaco viene transitato alla Regione, Scoma dalla Regione (scende) all’incarico di vice-Sindaco, adesso che il giochetto è stato fatto, l’ex vice-Sindaco torna al Comune come assessore al traffico.
    E così Scoma può continuare a fare il Sindaco, sotto forma di vice, senza che nessun cittadino Palermitano lo abbia mai votato.
    Certo, è anticostituzionale, ma i furbi trovano sempre il modo come essere legalizzati a fregare i cittadini.

  2. giovanna livreri ha scritto:
    il 09/01/2010 alle 23:14

    continuiamo così…..facciamoci del male con la politica del sostituto e del precario che diventano definitivi e inamovibili. Infatti nulla è piu’ definitivo del provvisorio.

  3. Giovanni ha scritto:
    il 10/01/2010 alle 00:09

    Il sindaco dice “Io amo essere presente dove occorre essere presenti”…. alla CUBAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA.

    Lo sanno tutti…

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>