SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Addiopizzo e Libero Futuro:“ La strada per la denuncia”

Pubblicato il 23/03/2010
Pubblicato in Eventi | 3 Commenti »

Giorno 24 Marzo, alle ore 10.30, in via Alcide De Gasperi, 53, Addiopizzo e Libero Futuro,presenteranno il programma dell’ evento “La strada per la denuncia”. Negli ultimi giorni, lungo viale Strasburgo,gli attivisti di Addiopizzo e Libero Futuro, hanno lasciato il messaggio: Denuncia collettiva.In questa strada si può fare.

La risposta alla mafia deve provenire dalla collettività: il pizzo non è un problema che riguarda solo l’estorsore e la vittima. E’ una piaga sociale.

Le operazioni delle forze dell’ordine, dei magistrati, insieme alle centinaia di denunce degli imprenditori e commercianti, hanno scompaginato la realtà mafiosa.

E’ giusto che queste vittime possano confrontarsi in un costante confronto e dialogo, riconoscere gli stessi estorsori e arrivare a una denuncia collettiva. Per raggiungere questo scopo si richiede la massima partecipazione.

Questo appello sarà rivolto alle realtà economiche che vertono nella zona di viale Strasburgo, che, a Palermo, rappresenta una delle zone a più alta presenza di attività commerciali.

Per far questo, dai ragazzi di Addiopizzo e Libero Futuro, sarà allestito un presidio nel Viale Praga,dal 25-27 Marzo, dalle 10.00- 22.00, per poter offrire delle informazioni utili sul pizzo e sui percorsi da intraprendere per una denuncia. Nei tre giorni saranno organizzati vari eventi ed azioi divulgative.

Dal presidio, giorno 26 marzo, alle ore 09.30,partirà un corteo che proseguirà verso Viale Francia, lungo l’asse di Viale Strasburgo.

Giunti in Viale Francia, il percorso continuerà a ritroso lungo l’asse laterale, per giungere al punto di partenza.

Il Comitato di Addiopizzo e Libero Futuro, richiedono la massima partecipazione della collettività, perché è fondamentale una risposta corale dalla società, per poter dare una forte risposta a Cosa Nostra.

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Futuro dottore, non te ne andare!

3 commenti a “Addiopizzo e Libero Futuro:“ La strada per la denuncia””

  1. raimondi bennardo mario ha scritto:
    il 23/03/2010 alle 22:25

    i ragazzi diciamo di addiopizzo dovrebbero capere che loro sono come un medico che segue il propio paziente in questo caso gli imprenditori.il medico serve per prevenire il male e certe volte per curarlo ma nello stesso tempo segue l,evolversi della terapia o del male stesso ,cioe non si lascia mai da solo il paziente perche rischia ri ammalarsi o peggiorare di nuovo,quando io dicevo a loro di essere con me nelle chiese neanche mi hanno risposto e questo e stato grave no per me ma per quelle persone che pagavano il pizzo e mi hanno visto da solo non e stato un buon segno spero ora che continuano a lottare dando aiuto e collaborazione l,unione fa la forza e da soli non si arrivera mai o quasi .

  2. Vittorio Pirrello ha scritto:
    il 24/03/2010 alle 18:48

    Sono un piccolissimo imprenditore che, malgrado (direi fortunatamente)non abbia avuto alcun tipo di richieste estortive, molti mesi fà, mi è parso giusto dare un segno di solidarietà a chi ci è passato, facendo richiesta di adesione ad Addio pizzo. credevo di essere accolto a braccia aperte, ma dopo circa mesi di attesa da quel “le faremo sapere”, NON ho avuto nessun cenno di segnale di BENVENUTO tra noi. La cosa mi ha profondamente disincentivato.
    Vittorio Pirrello

  3. raimondi bennardo mario ha scritto:
    il 26/03/2010 alle 19:47

    sig. pirello quello che è successo a lei è successo a me circa 7anni fa ,lei non sara piu solo ,laiuteremo ecc……purtroppo ho capito dall,esperienza negativa che è matura in me ho potuto capire che tutte queste associazioni che in principio veramente sono nate per una lotta al racket o usura ma oggi hanno perso la loro identita ideologica dal momento che e entrata la politica e il denaro a loro ho presentato progetti ,inviti non ho mai avuto una risposta non hanno capito che i commercianti hanno bisogno disolidarieta aiuto collaborazione eccc….ma vera no con parole e poi spariscono cosi non si cambiera mai e lo dice uno che e stato diverse volte minacciato senza avere da loro una parola di conforto no soldi sto dicendo conforto e allora non lamentiamoci.

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>