SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Continuano i roghi in città

Pubblicato il 05/03/2010
Parole chiave: ,
Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento

Ancora disagi a Palermo e in alcuni paesi della provincia per i ritardi nella raccolta dei rifiuti.Una situazione che ha innescato la protesta dei cittadini,che da alcuni giorni hanno ripreso a incendiare i cassonnetti ricolmi di pattume.I vigili del fuoco sono dovuti intervenire la notte scorsa per spegnere roghi dolosi in numerose strade della città e anche in alcuni paesi dell’hinterland come Bagheria, Santa Flavia, Termini Imerese e Carini.

I dipendenti dell’Ato rifiuti Palermo 1,che comprende 12 Comuni della provincia di Palermo,sono in sciopero da oggi, perchè le casse della società sono vuote e non saranno pagati gli stipendi di febbraio.I lavoratori protestano presso gli autoparchi di Partinico e Cinisi, dove si trovano i mezzi degli Ato.

I dipendenti denunciano inoltre l’assenza dei requisiti minimi di sicurezza nello svolgimento della raccolta rifiuti ed accusano i vertici dell’Ato di non avere rispettato la promessa di accreditare gli stipendi di febbraio entro oggi. Ma a protestare,ci sono anche i 140 dipendenti della Temporary,la società privata che affianca nel servizio di raccolta rifiuti l’Ato,che non ricevono lo stipendio da dicembre e perderanno il posto di lavoro se la bozza riforma degli Ato sarà approvata.

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Amiassemme cerca il confronto col Consiglio comunale
  2. Ultima settimana di vita per l’Amia?
  3. Rebus raccolta differenziata: i risvolti delle collaborazioni a titolo gratuito
  4. Ristrutturare la città
  5. I cinesi in città. Modello di integrazione commerciale o nuova malavita?
  6. Bellolampo prossima al tilt. Tornerà l’emergenza rifiuti!

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>