SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Le scuole “cedono” e gli studenti palermitani scendono in piazza

Pubblicato il 11/11/2010
Pubblicato in Eventi | Nessun commento

 

E’ partito da piazza Verdi a Palermo, il corteo degli studenti medi, che stanno sfilando per le vie del centro cittadino fino a Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Secondo gli organizzatori, alla manifestazione indetta dal coordinamento “Studenti in Movimento” stanno partecipando 1200 studenti.

  I manifestanti chiedono maggiori fondi per adeguamento e messa in sicurezza degli edifici scolastici, riforma degli organi collegiali e sanzioni per i docenti che non tengono conto del tetto massimo di spesa previsto nella scelta dei libri di testo. Guerra di numeri tra gli organizzatori della manifestazione di oggi a Palermo, “Studenti in Movimento”, e il “Coordinamento degli studenti medi”, che parla di flop. Secondo Bianca Giammanco, portavoce del Coordinamento “oggi sono scesi in piazza solo 200 studenti. Dietro la sigla apparentemente apolitica ‘Studenti in movimento’ – aggiunge – si nascondono in realtà i militanti della Giovane Italia, organismo giovanile del Pdl. Infatti, nella piattaforma del piccolo corteo di oggi, non risulta da nessuna parte un chiaro no alla riforma Gelmini, ma solo alcuni suggerimenti per migliorare l’azione di governo”. Il Coordinamento studenti medi, organizzatore delle manifestazioni dell’8 e del 29 ottobre, tornerà in piazza mercoledì prossimo alle 9.

 Fonte: Ansa

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Scuola siciliana in piazza, oggi manifestazioni in tutta l’isola
  2. Cia e Confagricoltura domani in piazza a Palermo
  3. Scuole nel mirino
  4. Scuola: primo giorno con “caschi” da lavoro per protesta
  5. Un finto funerale per celebrare la morte dell’università
  6. A Palermo continua il bullismo tra gli studenti
  7. Chi saranno i palermitani che caratterizzeranno il 2010?
  8. Protestano gli addetti alle pulizie e le scuole sono in tilt
  9. Asfalto al posto delle basole in piazza Pretoria. Ovvero, quando anche la politica non rispetta le sue sedi istituzionali
  10. La Corte dei Conti denuncia: ”Corruzione e sperpero nella P.A.”

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>