SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Caronia: “Solidarietà alle donne lampedusane”

Pubblicato il 31/03/2011
Parole chiave: , , ,
Pubblicato in Politica | Nessun commento

“Come da sempre sono abituate a fare, hanno accolto i migranti e accettato la loro presenza anche quando cominciava ad essere eccessiva. Ma ora che la situazione è diventata insostenibile, le donne di Lampedusa manifestano per difendere la sicurezza, non solo sanitaria, delle proprie famiglie. Per questo hanno tutta la mia solidarietà e il mio rispetto, come donna prima ancora che come parlamentare”.

Così Marianna Caronia, deputata del Pid all’Ars e vicesindaco di Palermo, che ha aggiunto:

“Sono certa che il governo nazionale non tarderà ad assumere i provvedimenti necessari a risolvere la tremenda situazione di Lampedusa e spero che l’intera Europa si renda conto che il problema dell’immigrazione e dell’asilo politico non può essere affrontato solamente dall’Italia, dalla Sicilia e dalle sue isole minori .

Voglio sperare che in questo momento drammatico ogni polemica ed ogni strumentalizzazione politica venga da tutti messa da parte e che tutti sentano, come io sento, di dover testimoniare ammirazione e rispetto verso le cinquanta signore che trovano la forza di lottare per un valore importante quale la famiglia, che troppo spesso le istituzioni finiscono invece per ignorare. Costituiscono un grande esempio per tutti noi.”

Fin qui le parole della Caronia, giustamente indirizzate alle donne di Lampedusa che, con spirito materno, stanno accogliendo le migliaia di persone che approdano nell’isola.

Condividiamo la solidarietà e il rispetto, nonché l’orgoglio di condividere con queste donne la ‘sicilianità’.

In più, siamo anche noi convinti che l’Unione Europea non stia aiutando il Paese in questa emergenza, che di certo non terminerà a giorni, anzi. Perché, ricordiamo, Lampedusa non è soltanto l’ultimo lembo di terra a sud d’Italia ma è anche il confine estremo dell’Europa.

Tuttavia, speriamo nel fatto che le parole di ieri di Silvio Berlusconi non siano state il copione di uno ‘show mediatico’, di una prova di forza del Premier in un momento delicato per lui e per il suo governo, alla ricerca di un rinnovato consenso. Ma che siano presto trasformate in fatti.

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Berlusconi: “Lampedusa Premio Nobel per la pace”
  2. Concerto di solidarietà
  3. Donne nel mercato del lavoro: misurare i progressi e identificare le sfide
  4. Berlusconi arriva e Lampedusa si svuota
  5. Maraventano (Lega Nord): “Misure rigide per contrastare l’emergenza”
  6. Gli auguri di Tommaso Dragotto
  7. “A Lampedusa siamo demoralizzati. La stagione è compromessa”
  8. Terremoto alle Eolie. Scossa di magnitudo 4.5
  9. Disoccupazione, record dal 2003.Tasso a +8,5% nel secondo trimestre
  10. Scontro sulle quote rosa

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>