SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Scandaloso

Pubblicato il 08/08/2011
Pubblicato in Comune di Palermo, Cronaca, Politica, Tommaso Dragotto | 3 Commenti »

L’Assemblea Regionale Siciliana spende circa 1,13 milioni di euro l’anno per i nostri parlamentari. Cercheremo di essere brevi e sintetici, per capire meglio come i nostri soldi rimpinzano le tasche di personaggi che siedono sulle poltrone del potere in Sicilia.

I deputati dell’Ars sono 90 e il loro stipendio si aggira intorno 19.685 euro lordi al mese, più altri extra (diaria, portaborse, spese telefoniche, viaggi, rimborso spese varie).

I deputati hanno anche a disposizione diversi privilegi tra cui: spese mediche in clinica in Italia e all’estero anche per la loro famiglia e una mega-pensione che è pari al 100% dello stipendio. Una buona notizia  di pochi giorni, se prima bastavano due anni e mezzo per maturare la pensione, dalla prossima legislatura dovranno maturare almeno 10 anni di contributi e per ottenere l’indennità, il deputato dovrà dunque svolgere due mandati legislativi.

L’Ars, inoltre spende circa 950 mila euro in ristorazione per il personale delle segreterie particolari.

Un altro privilegio si riferisce al tasso super-agevolato concesso all´inquilino dell´Ars per la stipula di un mutuo per l´acquisto della casa: il due per cento; agevolazione prevista da una convenzione con il Banco di Sicilia.

La metà dei deputati, precisamente 44, ricevono inoltre “un’indennità di funzione” oltre il corposo stipendio per il ruolo da onorevole.

Secondo la rivista “S” il gettone d’oro in più, si aggira dai 400,00 ai 7.700,00 €, dalla semplice carica da segretario di commissione fino alla prestigiosa carica di presidente dell’assemblea.

Il sito dell’Ars non ci tiene aggiornati, probabilmente in manutenzione, ma è impossibile accedere alle sezioni pubbliche atte a informare l’operato dei deputati, noi ci abbiamo provato e il risultato è:

Accesso alla sezione “Disegni di Legge degli ultimi tre mesi”: l’accesso alle banche dati non è disponibile, riprovare fra qualche minuto.

Accesso alla sezione “Calendario delle convocazioni”: l’accesso alle banche dati non è disponibile, riprovare fra qualche minuto.

Accesso alla sezione “Ultime convocazioni”: Si è verificato un errore durante l’esecuzione di un’operazione con il Server, La connessione con il Server non è attiva. Riprovare fra qualche minuto.

Disponibili invece il rendiconto delle entrate e delle spese dell’Assemblea Regionale Siciliana e il bilancio interno dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Qualche dato riusciamo a fornirlo, nel 2010 a fronte di una spesa di 165 mila euro per sole 7 ore di lavoro in un anno, il presidente Francesco Cascio, decide di sopprimere la Commissione per la Revisione dello Statuto.

In questa era di profonda crisi, nella quale tutta l’Italia, i cittadini italiani, stanno pagando i vergognosi sprechi della “cosa pubblica”, si può definire il tutto dichiaratamente  scandaloso.

Tommaso Dragotto

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Gli stipendi dei deputati dell’Ars
  2. I soldi nelle casse comunali mancano… (3°parte)
  3. La busta paga di un parlamentare: un oltraggio a tutti gli italiani.
  4. I soldi nelle casse comunali mancano ma…( 2°parte)
  5. I soldi nelle casse comunali mancano … ( 5°parte)
  6. Gli sprechi di natale del comune
  7. I soldi nelle casse comunali mancano… (4°parte)
  8. La Gesip si ferma e al canile servono i volontari
  9. I nostri deputati regionali hanno paura di noi: c’è aria di antipolitica.

3 commenti a “Scandaloso”

  1. LI VIGNI F. PAOLO ha scritto:
    il 08/08/2011 alle 15:54

    Storicamente il popolo siciliano ha subito molti soprusi ma ha saputo anche ribellarsi vedi vespri siciliani quindi politicanti famelici ed egoisti attenti ai corsi e ricorsi storici.

  2. Nicola Giosuè ha scritto:
    il 09/08/2011 alle 22:28

    Se continuiamo cosi’ e facciamo tutti finta di niente, la nostra Sicilia affonderà. Poveri noi ed i nostri figli…….

  3. Annalisa Messina ha scritto:
    il 10/08/2011 alle 09:20

    Dobbiamo uscire dal sonnambulismo e prendere atto che il cambiamento dipende da noi!

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>