SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Vittorio Sgarbi, un uomo “tutto d’un pezzo”.

Pubblicato il 09/08/2011
Parole chiave: , , , , , , , , ,
Pubblicato in Cronaca, Interviste, Politica, Servizi ai cittadini, Video | 1 Commento »


Vittorio Sgarbi è  un uomo “tutto d’un pezzo”, se ironicamente vogliamo utilizzare una terminologia strettamente siciliana.

Con la sua tipica verve irruenta ha spiegato gli inesistenti motivi che lo vedono coinvolto nell’indagine “Salus Iniqua”

“Definire che ci fosse una regia occulta nel comune di Salemi è assurdo, è letteratura fantastica. Dovrebbero dimettersi sia il questore che il maresciallo dei carabinieri. Non ho mai dato un soldo a Giammarinaro, a Salemi era un “fossile”. E tra l’altro non parlo con lui da quando è indagato”, dice Sgarbi. “L’influenza che aveva Giammarinaro si chiama politica. E allora? Non dovevo parlare con il segretario della Dc di Salemi?”.

Durante la conferenza stampa, dice anche che ultimamente viene minacciato con continue telefonate anonime, a fine conferenza infatti ne riceve una e risponde, ma niente dall’altra parete del telefono tutto tace.

Parla di Salemi, amareggiato, nemmeno un sorriso trapela e ci racconta anche che l’idea di vendere le case di Salemi non è stata ne sua ne di Oliviero Toscani, ma di Pino Giamarinaro, una soluzione semplice e fattibile per incrementare il turismo, e i risultati sembravano arrivare presto, da tutta l’Italia arrivavano richieste per l’acquisto delle case ad un euro.

Vittorio Sgarbi si dimette da sindaco di Salemi, i prossimi atti saranno solo di semplice amministrazione.

Resterà il messaggio “L’arte non è cosa nostra” che attraverserà i vicoli di Salemi e, di quell’impegno, il ricordo di volere fare bene la Sicilia attraverso l’arte.

Così ci siamo giocati anche Vittorio Sgarbi,  Salemi oggi ospita i capolavori dell’arte, si è arricchita di musei, di eventi che l’hanno consacrata capitale dell’arte in Italia, ma soprattutto ha rappresentato, seppur per poco,  una terra di siciliani che accolgono l’arte come un sogno trionfale nel panorama mondiale

Cosa rimarrà di questo eroico episodio? Vittorio Sgarbi che urla contro l’antimafia , Oliviero Toscani e il suo concetto di magnifico fallimento?

Forse una malinconica riflessione in questa nostra terra dove tutto resta incompiuto, come una maledizione nera, penso ai tempi in cui la Sicilia era il regno più desiderato da tutte le civiltà, oggi da qui tutti scappano.

Spero che Vittorio Sgarbi possa ritornare indietro in questa scelta di abbandonare la Sicilia, spero che quest’uomo dimostri cosa significa a tutti i siciliani il vero significato di essere un uomo “tutto d’un pezzo”.

Annalisa Messina

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Vittorio Sgarbi: “La mafia non esiste”. Se lo dice lui!
  2. Salvatore Cuffaro scrive a Vittorio Sgarbi.
  3. I numeri che non vogliamo. Una donna su cinque ha subito, nella sua vita, abusi fisici o sessuali da parte di un uomo
  4. Avrà “ Senso” tutto questo?
  5. Ucciso il blogger e volontario Vittorio Arrigoni
  6. Il recupero e la tutela dei centri storici oggi a Tgr Ambiente Italia
  7. Piazza Vittorio Emanuele Orlando : chiuso il parcheggio
  8. Coda di macchine in viale Regione Siciliana:un uomo si sarebbe lanciato dal ponte
  9. “SOLO UN UOMO “.. Niccolò Fabi al Nuovo Montevergini
  10. “SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE”

Un commento a “Vittorio Sgarbi, un uomo “tutto d’un pezzo”.”

  1. Ettore ha scritto:
    il 09/08/2011 alle 23:09

    Hai detto proprio bene: “Così ci siamo giocati Sgarbi”.
    Anche io ero un suo grande sostenitore come di Oliviero Toscani. Un “Magnifico fallimento”.

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>