SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Gesap: il Comune vuole vendere la sua parte. Siete d’accordo?

Pubblicato il 10/01/2012
Parole chiave: ,
Pubblicato in Comune di Palermo | Nessun commento

Il Comune mette in vendita la quota della Gesap, la società che gestisce l’aeroporto Falcone – Borselllino. Si tratta del 31% ed il valore nominale, secondo l’articolo pubblicato oggi sul Giornale di Sicilia, è di 6 milioni e 770 mila euro.

Tuttavia, c’è chi ritiene che il valore sia molto più alto: “Qualcuno stima che la società che gestisce l’aeroporto valga intorno ai 300 milioni di euro. Quindi, 100 milioni è il valore di quel 31% collocato a Palazzo delle Aquile (il 41% è in mano alla Provincia, il 22% alla Camera di Commercio, il 3% al Comune di Cinisi e decimali sparsi fra Coldiretti, associazione allevatori, Orfeo immobiliare e così via)”.

Su questa decisione ci sono reazioni opposte. C’è chi, come il Partito Democratico, pensa che sia una ‘svendita’ perché la Gesap è destinata ad un incremento delle entrate e chi ritiene che sia una scelta necessaria per sanare le casse comunale.

Ed i cittadini che ne pensano?

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. La finanza creativa del Comune di Palermo: unire le aziende sane con quelle in fallimento
  2. Il Comune e le sue spese….
  3. L’anticipo del Comune non salva gli spettacoli del Biondo
  4. Aziende comunali al verde. Servono 30 milioni per salvare Palermo
  5. I soldi nelle casse comunali mancano… (4°parte)
  6. Comune assediato dai precari
  7. Votare a 16 anni: siete d’accordo?
  8. Il Biondo cala il sipario
  9. Gli sprechi di natale del comune
  10. Pedaggi autostradali, De Benedictis: “Il governo vuole toglierci 86 milioni di euro”

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>