SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Dragotto: “Leoluca Orlando incoerente e irrispettoso”

Pubblicato il 24/03/2012
Parole chiave: ,
Pubblicato in Tommaso Dragotto | Nessun commento

“A volte ritornano. Se Leoluca Orlando fosse protagonista di un racconto di Stephen King, questo sarebbe il titolo più azzeccato. La sua decisione di scendere in campo, infatti, è l’espressione più orrifica della malapolitica, che non tiene conto della volontà degli elettori, bensì degli interessi di parte e dei giochi di potere”.

Così sul suo blog Tommaso Dragotto, candidato a sindaco di Palermo e fondatore del Movimento Impresa Palermo

“Orlando, ‘plurimo’ primo cittadino di Palermo, – ha aggiunto il manager siciliano – carica da cui si dimise nel 2000 per concorrere alla presidenza della Regione, lasciando la città al commissariamento di Guglielmo Serio, ha scelto di candidarsi alla poltrona di sindaco, nonostante avesse dapprima appoggiato Rita Borsellino alle primarie e poi annunciato in “aramaico” che non si sarebbe proposto per guidare l’amministrazione”.

“Da un lato, dunque, il portavoce nazionale di Italia dei Valori – ha sottolineato Dragotto – ha rigettato l’esito della consultazione popolare di centrosinistra, a cui hanno partecipato oltre 30.000 cittadini (che avrebbero diritto al rimborso, visto gli sviluppi); dall’altro ha dimostrato di essere in difetto di coerenza”.

“Orlando, pertanto, – ha affermato il candidato – si sta proponendo come ‘il salvatore della Patria’, tralasciando volutamente il fatto che se Palermo è in uno stato pietoso è anche per colpa della sua ultima amministrazione, durante la quale ha avuto luce quel precariato, poi rafforzato dalla sindacatura di Diego Cammarata, che sta mettendo sotto scacco Palermo”.

“Confido, tuttavia, – ha concluso Dragotto – sull’andamento della recente storia elettorale di ‘Orlando’: sconfitto da Totò Cuffaro nel 2001, da Diego Cammarata nel 2007 e nelle scorse primarie del centrosinistra ‘a braccetto’ con Rita Borsellino. Tre indizi che fanno una prova: i palermitani non vogliono ritornare negli anni 90 ma pretendono una svolta che metta in soffitta gli spettri del passato e che dia l’avvio ad un percorso che condurrà alla rinascita della città”.

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Dragotto: “La gente è stanca di farsi comandare dai partiti”
  2. Dragotto su Cammarata: “Vuole la botte piena e la moglie ubriaca”
  3. Dragotto: “Dimissioni di Cammarata? Scelta di partito”
  4. Piazza Vittorio Emanuele Orlando : chiuso il parcheggio
  5. Su Rosalio: “Tommaso Dragotto va come un treno”
  6. Dragotto: “Il Movimento Impresa Palermo è dei Cittadini”
  7. Dragotto: “La malapolitica scarica i propri difetti sui cittadini”
  8. Tommaso Dragotto: “Basta con la vecchia politica”
  9. VIA D’AMELIO: PALERMO, MARONI COMMEMORA VITTIME STRAGE
  10. Dragotto: “Monsignor Romeo ha ragione”

Lascia un commento




È permesso l'uso dei seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>