SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Non ci sono candidati di serie A e candidati di serie B

Pubblicato il 19/03/2012
Parole chiave: , ,
Pubblicato in Comunicazione & Informazione | Commenti disabilitati

Pluralismo e imparzialità. Questi due concetti dovrebbero essere alla base dell’informazione, soprattutto nel periodo elettorale.

Tutti i candidati, infatti, hanno lo stesso diritto alla visibilità, perché i cittadini hanno il diritto di conoscerli, così da ‘costruire’ liberamente la propria scelta.

Non ci dovrebbero essere, pertanto, candidati di serie A e candidati di serie B, in quanto soltanto gli elettori hanno la facoltà di decidere se un candidato sia opportuno o meno alla carica per cui ha deciso di presentarsi alle elezioni.

C’è, infatti, l’impressione che la stampa (sia quella tradizionale che quella online) stia dando maggiore spazio ai ‘partiti maggiori’ e ai rispettivi candidati, assegnando a quelli ‘minori‘ (esprimendo così un giudizio di valore predeterminato e pregiudiziale) posizioni marginali (o peggio neanche questi).

Un’impressione da contrastare in quanto va contro la libertà del cittadino di conoscere approfonditamente tutti i candidati, tutti i partiti e tutti i movimenti che hanno deciso di proporsi per mutare lo stato delle cose.

Walter Giannò (candidato al Consiglio Comunale)

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Print

Potrebbero inoltre interessarti...

  1. Granata: “Infiltrazioni tra i candidati eletti. I partiti non hanno vigilato”
  2. La città non è fatta solo di pietre. La città sono gli uomini e le persone che la vivono
  3. Stop alla demagogia su Giovani, Donne e Comunità Straniere
  4. Obiettivo Cambiamento a Dragotto: “Candidati come sindaco”
  5. ”Palermo-Monreale-Cefalù” candidati alla World Heritage List
  6. Un voto di rottura per punire i partiti
  7. Quanto sono sicure le nostre case?
  8. Le bandiere del Vaticano sono sempre al loro posto
  9. Dragotto: “Non sono berlusconiano”
  10. Se queste sono delle istituzioni? Cammarata e Lombardo litigano per un sms. E i palermitani stanno a guardare?