SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Giovanni e Paolo, eroi della nuova Sicilia

Venti anni fa la mafia uccise il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Quel giorno, 23 maggio 1992, Palermo, la Sicilia, l’Italia, il Mondo furono sconvolti dalla ferocia inaudita di cosa nostra, che replicò 57 giorni dopo, il 19 luglio, per ammazzare Paolo Borsellino e i suoi ‘angeli’.

Leggi il seguito »

Pubblicato 23-05-2012 | Non hai letto questo articolo! | 1 Commento »

Vittorio Sgarbi: “La mafia non esiste”. Se lo dice lui!

Oh! Finalmente uno che ha le idee chiare. Uno che sa di che cosa parla, tant’è che venerdì scorso, così come riporta la cronaca, l’esimio dottor Vittorio Sgarbi, che di certo di mafia dev’essere un esperto, avrebbe dichiarato in quel di Taormina che ‘la mafia non esiste’, che la ‘vera mafia è lo Stato’, e che ‘l’antimafia è il vero ostacolo dell’isola’.

Bene! Se lo dice lui dobbiamo crederci e ci dovrebbe pure credere il ministro Maroni. Anzi, consiglio al ministro, visto quello che afferma il critico d’arte, di chiudere la DIA, il ROS del carabinieri, lo SCO della Polizia di Stato e il GICO della Guardia di Finanza. Signor ministro Maroni, non le sembra che stiamo sprecando tempo e denari per un fenomeno che, secondo Sgarbi, non esiste più?

E visto che ci siamo, invito tutte le libere associazioni che contrastano le mafie, a chiudere i battenti.

Leggi il seguito »

Pubblicato 23-06-2011 | Non hai letto questo articolo! | 1 Commento »

Papello e trattative: un colossale ‘pizzo’

Quando una classe dirigente di un Paese soffre da ipoacusia acuta e non vuole assolutamente udire il bisogno di verità, chiesto a gran voce dal Popolo, questo Paese non può definirsi normale.

Quando il presidente del consiglio Silvio Berlusconi afferma che i magistrati sperperano soldi pubblici per scrivere la storia delle stragi 92/93, questo presidente non può rappresentare la lotta alle mafie.

Leggi il seguito »

Pubblicato 08-06-2011 | Non hai letto questo articolo! | 2 Commenti »

Dottor Vigna, imponderabilità di Cosa nostra è notoria

La mia stima nei confronti di Pier Luigi Vigna, ex procuratore nazionale antimafia, non è assolutamente messa in discussione. D’altronde non potrebbe essere diversamente per il ruolo da lui ricoperto.

L’ho conosciuto a Roma e poi, per usare un eufemismo, egli è stato un ingegnere nella costruzione della lotta alla mafia, mentre io ho solo ricoperto il semplice ruolo di manovale.

Leggi il seguito »

Pubblicato 03-06-2011 | Non hai letto questo articolo! | 1 Commento »

Strage di via dei Georgofili: l’amore negato

Quest’anno Caterina avrebbe compiuto 18 anni, mentre Nadia 27: chissà come sarebbe stata la loro vita. Nadia aveva 9 anni e quindi in grado di sognare, in grado di sperare e sorridere a quel mondo in cui l’amore di mamma e papà le avrebbe garantito la felicità di divenire prima ragazza e poi donna.

Ma Caterina, di soli 50 giorni, non ha potuto sognare, non ne ha avuto il tempo. Ha potuto regalare, con la sua venuta al mondo, felicità e sorrisi ai genitori, anch’essi periti nella strage. Un grande amore è stato negato.

Leggi il seguito »

Pubblicato 27-05-2011 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Giovanni Falcone, gentiluomo siciliano

Ci sono uomini che con la loro semplicità sono riusciti a penetrare nel cuore di milioni di persone, trasmettendo un sublime senso di rispetto ed onore che rimarranno indelebili e che nulla potrà mai cancellare. Invero, ci sono stati e ci sono altri uomini che nonostante la prosopopea dei loro atti, ingigantiti dalla presunzione di rappresentare il centro del mondo, non trovano cittadinanza nell’animo delle persone oneste.

Leggi il seguito »

Pubblicato 17-05-2011 | Non hai letto questo articolo! | 2 Commenti »

40 anni fa l’assassinio di Pietro Scaglione, “magistrato integgerimo”

Quarant’anni fa la mafia uccise a Palermo il procuratore Pietro Scaglione.

Fu assassinato in via dei Cipressi, mentre era a bordo di una Fiat 1100 nera insieme al suo autista Antonio Lo Russo.

Scaglione stava indagando su alcuni episodi della storia siciliana, tra cui gli omicidi di sindacalisti ed il banditismo. Inoltre, aveva concentrato la sua attività su Luciano Liggio e l’ascesa dei corleonesi.

Leggi il seguito »

Pubblicato 05-05-2011 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

In ricordo di Emanuele Basile, ucciso dalla mafia 31 anni fa

31 anni fa la mafia uccise a Monreale, in via Pietro Novelli, il carabiniere Emanuele Basile, medaglia d’oro al valor civile.

Stava ritornando a casa con la moglie e la figlia, dopo aver presenziato nel paese alla festa del Santissimo Crocifisso.

Basile è stato uno dei tanti eroi che s’impegnò in prima persona per lottare contro la peste mafosa.

Leggi il seguito »

Pubblicato 04-05-2011 | Non hai letto questo articolo! | 1 Commento »

Massimo Ciancimino nello stesso carcere dell’ingegnere “Lo Verde”

Il destino talvolta è beffardo. È pronto a ricordarci che il mito di ER è davvero ineluttabile: il destino se lo creano gli uomini. E non vi è alcun dubbio che Massimo Ciancimino il destino della sua vita se lo crea da solo, anzi si può ben affermare che il suo è un destino ancora da scrivere.

La quieta dei giorni di Pasqua è stata fortemente turbata dall’arresto di Ciancimino, accusato di avere manipolato un documento, in cui sarebbe stato inserito il nome di Gianni De Gennaro, quale presunto referente di Vito Ciancimino e quindi di Cosa nostra. Ma la quieta era stata altrettanto agitata per un altro episodio che ha visto coinvolto l’uomo di fiducia dei fratelli Graviano, ovvero Fabio Tranchina, appartenente alla famigghia di Brancaccio.

Leggi il seguito »

Pubblicato 26-04-2011 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento