SE TI SBARAZZI DI LUI NOI CI SBARAZZIAMO DI TE
Campagna di promozione sociale contro l'abbandono degli animali
DENUNCIA I DISSERVIZI DEL TUO QUARTIERE
I tuoi commenti serviranno a far sì che il blog sia in linea con le vere problematiche che affliggono la nostra città
Altri articoli

Commenti recenti

Blogroll

Scuola: primo giorno con “caschi” da lavoro per protesta

Si presenteranno a scuola, al suono della campanella, indossando dei caschetti di sicurezza. Sono i ragazzi dell’istituto tecnico industriale Vittorio Emanuele di via Duca della Verdura, a Palermo, che domani inizieranno cosi’ l’anno scolastico, in polemica con il ministro Mariastella Gelmini e la sua riforma. Ad organizzare la protesta la Rete degli Studenti. “Questo governo – spiegano – sta letteralmente distruggendo la scuola pubblica italiana, noi non possiamo accettarlo, e’ per questo che fin dal primo giorno di scuola, al suono della campanella, partiremo con una protesta, ci presenteremo nelle vesti di un gruppo di muratori il cui scopo e’ ricostruire la scuola pubblica”. “Saremo davanti alle nostre scuole – aggiungono – con dei caschetti da lavoro, per proteggerci la testa dalle macerie che la Gelmini e Tremonti hanno causato e daremo inizio alla nostra ricostruzione”. Appuntamento inoltre per l’8 ottobre: “la Rete degli studenti Palermo lancia la prima grande mobilitazione studentesca, insieme a tutti gli studenti d’Italia, scenderemo in piazza per non dare tregua al ministro Gelmini”.

Pubblicato 16-09-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Precari della scuola sullo Stretto:navi e treni bloccati

Hanno scelto di manifestare tra le due sponde dello Stretto per sottolineare che “la grande opera da compiere non è il ponte, ma un collegamento tra la scuola e il Paese”. Letizia Sauta, insegnante precaria, lo scorso anno aveva interrotto lo sciopero della fame solo dopo l’insistenza di Dario Francechini, e oggi era di nuovo lì, tra i 4 mila (2.500 secondo la questura) scesi in piazza a Messina per protestare contro i tagli previsti dal ddl Gelmini.

Leggi il seguito »

Pubblicato 13-09-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Precari: duro attacco di Centorrino alla Gelmini

“Le dichiarazioni del ministro Maria Stella Gelmini sull’impossibilita’ da parte del governo di assorbire 200mila docenti precari della scuola, appaiono per molti versi sconcertanti”. Lo dice l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione professionale, Mario Centorrino che continua: “Ignora, innanzi tutto, il conseguente disagio delle famiglie correlato, piu’ che proporzionalmente, all’eliminazione di 200mila docenti.

Leggi il seguito »

Pubblicato 03-09-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Scuola, Gelmini non incontra i precari

”No, adesso i precari non li incontro. Dico no a qualsiasi spettacolarizzazione di una vicenda non ancora conclusa: non siamo ancora in grado di sapere chi perdera’ il posto e chi no. Le persone che sono fuori a protestare non sanno ancora se saranno escluse oppure no per il semplice fatto che lo stesso ministero non ha ancora concluso le sue verifiche”.

Leggi il seguito »

Pubblicato 02-09-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Università italiane: mille concorsi senza il posto

Il problema nasce con il primo decreto Gelmini, quello del novembre 2008, che per frenare la passione degli atenei per i concorsi da ordinario e associato, ha introdotto il sistema delle quote, nel tentativo di favorire l’ingresso di nuovi ricercatori. All’interno delle possibilità “liberate” dal turn over 2008 e 2009 almeno il 60% delle assunzioni deve riguardare i ricercatori, mentre gli ordinari non possono superare il 10%.

Leggi il seguito »

Pubblicato 30-08-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Precari: “funerale” per la scuola

Bare di cartone con la scritta “fossa comune”. Hanno scioperato così ieri pomeriggio a Piazza Politeama i precari della scuola destinati a restare senza lavoro. L’iniziativa e’ stata promossa dal “Coordinamento Precari Scuola” per protestare contro i tagli degli organici del personale docente e Ata. “Abbiamo fatto una scelta dura che ci mettera’ a rischio, ma non abbiamo altri mezzi per far sentire la nostra voce e andremo fino in fondo con coraggio e dignita’.

Leggi il seguito »

Pubblicato 27-08-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Scuola: Giambrone (Idv), tagli in Sicilia non verranno ridimensionati

“I tagli nel settore scuola in Sicilia non verranno ridimensionati. La situazione, come era nelle nostre previsioni, non si risolve”. A dirlo e’ il senatore di Italia dei valori, Fabio Giambrone, che sta partecipando in prefettura sulla vertenza dei precari, a Palermo, alla riunione con il sottosegretario all’Istruzione Giuseppe Pizza, una delegazione di precari della scuola, l’assessore regionale alla Formazione, Mario Centorrino e i parlamentari del Pd Tonino Russo e Alessandra Siragusa.  

Leggi il seguito »

Pubblicato 26-08-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Un finto funerale per celebrare la morte dell’università

Ieri mattina una trentina di studenti, aderenti alle associazioni Historicamente, Carbonio 14 e Blocco Studentesco hanno inscenato di fronte al rettorato i funerali dell’Università di Palermo vestiti a lutto e con in spalla una bara con la scritta “riposa in pace Unipa”.Lo annuncia Francesco Vozza, Consigliere di Facoltà di Lettere.

Leggi il seguito »

Pubblicato 29-07-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento

Martedì manifestazione dei Cobas contro le riforme Gelmini

Alla luce degli attacchi che sta subendo la categoria dei lavoratori – si legge in un comunicato dei Cobas Palermo – della scuola con la manovra Tremonti e con le riforme della Gelmini (rasi al suolo 130000 posti di lavoro nel triennio 2009-2011), considerata la grande mobilitazione del mondo della scuola in corrispondenza dei due giorni dello sciopero degli scrutini, molti lavoratori della scuola ritengono che sia doveroso continuare a manifestare la nostra opposizione alla finanziaria Tremonti fino al giorno della sua promulgazione.

Leggi il seguito »

Pubblicato 21-06-2010 | Non hai letto questo articolo! | Nessun commento